Informazioni su Moldavia

La Moldavia (in moldavo Moldova), ufficialmente Repubblica di Moldavia (in moldavo Republica Moldova), è uno stato dell'Europa orientale racchiuso tra la Romania e l'Ucraina, senza sbocco sul mare. Capitale dello Stato è la città di Chişinău.

La popolazione stimata ammonta a circa 3.656.843 abitanti. Moldova è  uno Stato indipendente. 

La Moldavia è una repubblica parlamentare, l'attuale Capo di Stato è Nicolae Timofti; il Primo ministro è Iurie Leanca, che detiene l'incarico dal 30 Maggio 2013 . Dall'indipendenza la Moldavia è ufficialmente uno Stato neutrale.

Dal punto di vista giuridico la lingua ufficiale e maggioritaria sancita dalla costituzione (art. 13) è il moldavo, termine che de facto definisce la lingua romena, di ceppo neo-latino.

 

Etnie

La Moldavia è principalmente abitata dai moldavi, popolazione fortemente affine, sia linguisticamente che etnicamente, ai rumeni. Il territorio moldavo però presenta consistenti minoranze etniche, le maggiori sono quella ucraina e russa. Russi ed ucraini si trovano soprattutto nella Transnistria; parte della popolazione ucraina, specialmente nelle grandi città, è russofona. Nel sud del paese si trovano altre due storiche minoranze, i gagauzi, popolazione di lingua turca che professa la religione ortodossa, ed i bulgari di Bessarabia. Non mancano altre piccole comunità: rom, ebrei, polacchi, bielorussi, tedeschi della Bessarabia, armeni ed altri. Esiste anche una piccola minoranza italiana risalente alla metà dell'Ottocento.
Carta etnica che segnala l'etnia maggioritaria nei singoli comuni della Moldavia'

La composizione etnica dell'insieme della repubblica (comprendente anche la popolazione della secessionista Transnistria) nel 2004 è la seguente: Moldavi 79,6%; Ucraini 7,2%; Russi 5,4%; Gagauzi 3,8%; Bulgari 1,0%; Ebrei 0,1%; Polacchi 0,1%;  altro 1.5% (bielorussi, tedeschi, armeni, altri).

 

Forze armate

Le forze armate moldave sono costituite da Forze terrestri e aeree. La Moldova ha accettato il controllo degli armamenti da parte dell'ex Unione Sovietica. Il 30 ottobre 1992, la Moldavia ha ratificato il Trattato sulle Forze Armate Convenzionali in Europa, che stabilisce i limiti globali delle principali categorie di attrezzature militari e prevede la distruzione delle armi eccedenti a tali limiti. Il paese ha aderito alle disposizioni del Trattato di non proliferazione nucleare nell'ottobre 1994 a Washington DC. Non ha armi nucleari, batteriologiche o chimiche. La Moldova aderito al partenariato per la pace della North Atlantic Treaty Organisation (NATO) il 16 marzo 1994 ma di fatto non è membro della NATO. La Moldova è impegnata in una serie di controlli internazionale e regionale delle norme di armi, come il protocollo delle Nazioni Unite sulle armi da fuoco, Patto di Stabilità regionale piano di attuazione, il programma d'azione dell'ONU (PoA) e i Documenti OSCE sulle scorte di munizioni convenzionali.

Religioni

Cristiani ortodossi 90,0%; vecchi credenti 3,6%; cattolici 0,5%; altri (protestanti, ebrei, altri) 5,9%

La Chiesa ortodossa moldava (Biserica Ortodoxă din Moldova, in moldavo) è una diocesi autonoma della Chiesa ortodossa russa e dipende dal Patriarcato di Mosca, le parrocchie sono 1194. La Chiesa ortodossa della Bessarabia fa parte della Chiesa ortodossa rumena ed ha 124 parrocchie. Il 3,6% della popolazione appartiene alla Chiesa Ortodossa dei Vecchi Credenti.

Geografia

La Moldavia confina a ovest con la Romania e a sud, est e nord con l'Ucraina. Si estende per circa 33.843 km² su una striscia di territorio ampia circa 150 km in direzione est-ovest e lunga circa 350 km in direzione nord-sud. Il territorio del paese coincide grossomodo con la regione della Bessarabia, un'area pianeggiante compresa fra il fiume Prut ed il Nistro. La pianura è intervallata da alcuni gruppi di colline che difficilmente superano i 400 m s.l.m. e che rappresentano l'estremo sud-ovest della piattaforma sarmatica verso la quale digradano i Carpazi.

A settentrione si trova un'area pianeggiante, ondulata da modeste colline (non oltre i 300 m s.l.m.) e ricoperta in parte da foreste e in parte dedicata alla coltivazione dei cereali. Nella parte centrale del paese vi sono colline di maggiore altezza e ricoperte da foreste. In tale zona, a nordovest della capitale, si trova il punto di massima elevazione della Moldavia (429,5 m s.l.m.).

I due fiumi più importanti sono il Prut, lungo complessivamente 953 km, 771 dei quali costituiscono il confine fra Moldavia e Romania, e il Nistro, che attraversa il paese per 398 dei suoi 1362 km complessivi delimitando una stretta fascia lungo la frontiera orientale.

Il territorio si abbassa lievemente muovendosi verso sud motivo per cui gran parte dei corsi d'acqua minori scorrono direttamente in direzione del Mar Nero senza affluire nei due fiumi principali.

Uno sbarramento sul fiume Nistro dà origine ad un ampio bacino artificiale utilizzato per la produzione di energia elettrica situato a nord della città di Dubăsari e chiamato lago di Dubăsari.

Inoltre la Moldavia arriva fino al Danubio ed è bagnata solo per 480 m.

 

Top